Archivi categoria: Agricoltura

Piemonte – Pubblicato nuovo bando PSR Op. 4.1.3 sostegno alla riduzione di emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera

La Regione Piemonte ha pubblicato il nuovo bando PSR mis 4.1.3 – Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera.

BENEFICIARI:

  • Imprese agricole con qualifica di imprenditore agricolo professionale
  • Soggetti collettivi (es. cooperative) con legame stabile fino alla fine dell’impegno
  • Giovani agricoltori che si insediano per la prima volta, in posizione ammissibile nelle graduatorie vigenti

REQUISITI GENERALI ALL’ATTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

  • iscrizione all’anagrafe agricola del Piemonte e possesso di fascicolo aziendale
  • osservanza della normativa regionale in applicazione della Direttiva Nitrati (comunicazioni 10R regolari)
  • osservanza delle prescrizioni in materia di emissioni in atmosfera (parte V D.lgs 152/2006)
  • osservanza delle prescrizioni in materia di autorizzazione integrata ambientale (parte II D.Lgs 152/2006)

CONTRIBUTO: 40% del costo dell’investimento ammissibile, aumentabile di:

  • 10% per investimenti collettivi per uso comune, per giovani e per investimenti attuati in montagna
  • 5% per gli investimenti effettuati da chi è in posizione ammissibile e finanziabile nella graduatoria vigente dell’operazione, 10.1.5 “tecniche per la riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera”

SPESE AMMESSE:

  • investimenti per migliorare l’efficienza gestionale degli effluenti zootecnici e dei digestati; 
  • investimenti per ridurre l’emissione ammoniacale dalle strutture di allevamento esistenti (es. vasche coperte, interratori, separatori, ecc)
  • investimenti per ridurre il consumo di acqua nelle strutture di allevamento esistenti;
  • investimenti di tipo edilizio;
  • acquisti/acquisizioni di macchine ed attrezzature (compreso costi di installazione e programmi informatici);
  • spese tecniche e generali, di progettazione, consulenze, studi di fattibilità, acquisto brevetti e licenze per massimo il 12% della spesa.

INVESTIMENTI AMMESSI:

Strutture, macchine, impianti, sistemi informatici per risparmio idrico in allevamento e riduzione delle emissioni di ammoniaca come da TABELLA allegata al bando.

LIMITI DI SPESA:

  • investimenti collettivi ad uso comune: minimo 30.000 euro massimo 100.000 euro
  • altri investimenti: minimo 10.000 euro massimo 50.000 euro
  • possibilità di realizzare investimenti di importo maggiore di quello ammesso al sostegno in autofinanziamento per l’importo eccedente

SCADENZA: 31 gennaio 2020

Bando Gal Escartons e Valli Valdesi 16.9.1 “Progetti di agricoltura sociale”

Il GAL Escartons e Valli Valdesi ha pubblicato il bando 16.9.1, Misura 16 – Sottomisura 9 – Operazione 1 “Progetti di agricoltura sociale”.

BENEFICIARI: Gruppi di cooperazione di nuova costituzione o che intraprendono nuove attività. Gli interventi devono essere localizzati nel territori del Comuni facenti parte del GAL.

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 450.000 euro

CONTRIBUTO: in conto capitale del 50% della spesa ammissibile

  • spesa massima ammissibile 160.000 euro
  • spesa minima ammissibile 20.000 euro

INTERVENTI AMMISSIBILI:

  • Formazione – infrastrutturazione sociale (progetti per costituzione di reti di soggetti operanti in agricoltura sociale, reti per la formazione di operatori in agricoltura sociale, reti per la definizione di percorsi didattico- ambientali, e reti per la promozione delle filiere di agricoltura sociale
  • Inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e di lavoratori svantaggiati (progetti per accoglienza e inserimento di soggetti svantaggiati l.381/91)
  • Prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali (progetti per la costituzione di centri di aggregazione sociale sul tema dell’agricoltura e della cura dell’altro, progetti per la costituzione di reti dedicate alla cura di minori)
  • Prestazioni e servizi che affiancano e supportano le terapie mediche, psicologiche e riabilitative
  • Progetti finalizzati all’educazione ambientale e alimentare, alla salvaguardia della biodiversità nonchè alla diffusione della conoscenza del territorio
  • studi sulla zona interessata, studi di fattibilità, piani aziendali o documenti equivalenti;
  • animazione della zona interessata al fine di rendere fattibile il progetto;
  • costi di esercizio della cooperazione: personale (coordinamento e segreteria), funzionalità ambientale (es. utilizzo di immobili di proprietà o locazione, riscaldamento, energia, illuminazione, acqua, ecc.) funzionalità operativa (es. posta, telefono, cancelleria, fotoriproduzioni, materiali minuti, ecc)
  • costi diretti specifici del progetto (personale tecnico, materiale di consumo, consulenze e collaborazioni esterne; acquisti di macchine e attrezzature; altri costi direttamente legati alle attività progettuali, quali ad esempio acquisizione di servizi e realizzazione di opere, lavori, ecc.)

SPESE AMMESSE:

  • Spese di personale
  • Materiale di consumo
  • Consulenze e collaborazioni esterne
  • Macchine e attrezzature (prototipi)
  • Viaggi e trasferte
  • Acquisizione di servizi e realizzazione di opere e di lavori
  • Acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali
  • Spese generali, ammesse per un forfait del 15% dei costi diretti di personale

SPESE NON AMMESSE:

  • spese per adeguamento norme obbligatorie
  • manutenzione ordinaria e straordinaria
  • investimenti per l’abitazione del richiedente o dei famigliari
  • infrastrutture per energie rinnovabili o generazione di energia elettrica
  • acquisto di attrezzature usate
  • IVA e altre imposte o tasse (per i soggetti che possono recuperarle)

CRITERI DI SELEZIONE: pag. 11-13 del bando

SCADENZA: 18/02/2020 ore 12,00

Nuovo bando PSR mis 4.1.3 in arrivo per gli allevamenti piemontesi

La Regione Piemonte entro fine novembre 2019 pubblicherà il nuovo bando PSR mis. 4.3.1 – Investimenti per la riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera .

DOTAZIONE FINANZIARIA: 4 milioni di euro

SPESE AMMESSE:

  • investimenti per migliorare l’efficienza gestionale degli effluenti zootecnici
  • investimenti per ridurre l’emissione ammoniacale dalle strutture di allevamento esistenti
  • investimenti per ridurre il consumo di acqua nelle strutture di allevamento esistenti (succhiotti, abbeveratoi antispreco)
  • investimenti di tipo edilizio
  • acquisti/acquisizioni di macchine ed attrezzature (compreso costi di installazione e programmi informatici)
  • spese tecniche e generali, di progettazione, consulenze, studi di fattibilità, acquisto brevetti e licenze per massimo il 12% della spesa

CONTRIBUTO: 40 % del costo dell’investimento ammissibile con possibili maggiorazioni in casi specifici.

Contributi per prevenzione danni arrecati a foreste da incendi, calamita’ naturali ed eventi catastrofici – Regione Piemonte

Nell’ambito del PSR 2014-2020 la Regione Piemonte ha pubblicato il bando Operazione 8.3.1 – Prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici.

BENEFICIARI:

Proprietari e/o gestori di foreste private e/o pubbliche, singoli o associati. Per “gestori” si intendono persone fisiche o soggetti di qualunque forma giuridica, che abbiano la completa disponibilità delle superfici inserite in domanda (compresi glia affittuari e altri soggetti che abbiano titolarità giuridica ad assumere impegni).

INTERVENTI AMMESSI A CONTRIBUTO:

Interventi di prevenzione e mitigazione degli eventuali danni che possono essere causati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici finalizzandoli al miglioramento della stabilità ecologica di boschi e relativi versanti.

  • interventi di prevenzione degli incendi (interventi selvicolturali collegati alla prevenzione del rischio incendio; realizzazione, adeguamento e manutenzione di piste tagliafuoco, interventi di protezione: punti acqua, piazzole, ecc)
  • interventi di prevenzione del rischio idrogeologico (interventi selvicolturali collegati alla prevenzione del rischio idrogeologico es. gestione della vegetazione lungo il reticolo idrografico, prevenzione frane o smottamenti tramite gestione selvicolturale, ecc; opere di sistemazione idraulico-forestale, captazione e deflusso delle acque meteoriche e superficiali: briglie, canalizzazioni, drenaggio delle acque; sistemazione di versanti e scarpate in fase di erosione tramite tecniche di ingegneria naturalistica (gabbionature, grate vive, palificate semplici e doppi, ecc)
  • interventi protettivi contro valanghe, lave torrentizie e caduta massi (interventi selvicolturali in grado di aumentare la funzione protettiva del bosco contro le valanghe, le lave torrentizie e la caduta massi; cavalletti, interventi di ingegneria naturalistica)
  • spese generali e tecniche collegate alle spese dei punti precedenti.

CONTRIBUTO:

  • 100% della spesa ammissibile limite massimo di contributo: 250.000 euro, dotazione complessiva: 3.250.000 euro

LIMITI DI SPESA:

  • importo minimo di spesa 50.000 euro
  • esclusivamente in caso di interventi selvicolturali di prevenzione da incendi boschivi la spesa minima per ogni domanda di sostegno è 25.000 euro

SPESE AMMISSIBILI:

  • spese per interventi selvicolturali a macchiatico negativo per una sup. minima di 3 ha accorpato e massimo 30 ha (limiti per domanda). In caso di interventi su più corpi ciascuno deve avere sup. minima di 3 ha. Solo per interventi di prevenzione da incendi sup. minima 1 ha accorpata, ciascuna domanda dovrà  prevedere una sup. di almeno 5 ha eventualmente suddivisi in corpi di almeno 1 ha accorpati
  • spese per investimenti materiali in opere di sistemazione idraulico-forestali e ingegneria naturalistica
  • spese relative ad acquisto di terreni boscati per un importo pari o inferiore al 10% della spesa totale ammissibile
  • spese di progettazione, consulenza tecnica e direzione lavori (10% per interventi fino a 50.000 euro, 8 % per interventi da 50.001 a 100.000 euro, 6% per interventi da 100.001 a 150.000 euro, 4% per interventi da 150.001 a 250.000 euro)

TEMPI DEL BANDO:

  • presentazione domanda di contributo entro le ore 12.00 del 04 Febbraio 2020
  • termine per la realizzazione degli interventi 12/04/2022

Contributi a favore delle imprese iscritte alla camera di commercio di Cuneo

– Bando per la corresponsione di contributi per CERTIFICAZIONI VOLONTARIE. Scadenza: 31/01/2020
– Bando per la corresponsione di contributi per MARCHI E BREVETTI. Scadenza: 31/01/2020
– Bando per la corresponsione di contributi per RETI D’IMPRESA E CONSORZI. Scadenza: 31/01/2020
– Bando per la corresponsione di contributi per CERTIFICAZIONI SOA. Scadenza: 31/01/2020
– Voucher digitali I4.0 – Misura A raggruppamenti di imprese. Scadenza: 10/06/2019
– Voucher alternanza scuola lavoro. Scadenza: 30/11/2019

http://www.cn.camcom.gov.it/it/bandi

Reti antigrandine – Nuovo bando psr 2014-2020 Regione Piemonte

La Regione Piemonte ha pubblicato il nuovo bando che finanzia l’installazione di reti antigradine.

BENEFICIARI:

  • agricoltori, singoli o associati, in attività (REG. UE n. 1397/2013)
  • persone fisiche e persone giuridiche

CONTRIBUTO: 50% del costo dell’investimento ammissibile per ciascun impianto di protezione

SPESE AMMESSE:

  • acquisti di materiali e attrezzature
  • spese per l’installazione delle reti antigrandine
  • spese generali e tecniche, spese di progettazione, di predisposizione delle domande di sostegno, consulenze, studi di fattibilità nella misura massima del 12% delle spese ammissibili

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 920.000 euro

SCADENZA: 15 maggio 2019

nuova legge quadro per l’agricoltura in piemonte

Il Piemonte ha una nuova legge quadro per l’agricoltura: il testo è stato approvato ieri a larga maggioranza (38 favorevoli e 3 astenuti) dal Consiglio regionale.
La legge entrerà in vigore all’atto dell’approvazione del Bilancio regionale, in quanto attualmente è in vigore l’esercizio provvisorio. Il testo riordina interamente la materia, cancellando 35 leggi.