Archivi categoria: Imprese

Bando per sostituzione veicoli aziendali – Regione Piemonte & Unioncamere Piemonte

Con Determina 12-1668 del 17 luglio 2020 la Regione Piemonte ha stanziato 52.063.289,00 euro per un bando rivolto alle micro, piccole e medie imprese che intendono sostituire vecchi veicoli aziendali ed acquistarne di nuovi e meno inquinanti.

DESTINATARI:

Micro, piccole e medie imprese aventi unità locale operativa attiva in Piemonte.

Alle imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, che sarebbero escluse dai beneficiari, è concesso candidare a contributo mezzi aziendali per attività secondarie (ad esempio per trasporto prodotti per commercio).

CONTRIBUTO:

A fondo perduto assegnato in ordine di presentazione delle domande proporzionale alla massa (intesa a pieno carico), alla tipologia e all’alimentazione del veicolo nonchè alle sue emissioni.

Tabelle incluse nell’allegato A alla DGR.

INTERVENTI AMMESSI:

Acquisto di nuovi veicoli aziendali (M1, M2, M3, N1, N2, N3) anche tramite leasing, utilizzati per il trasporto di persone o di merci:

  • elettrico pure
  • ibrisdo (benzina/elettrico o diesel/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In)
  • metano escluso
  • GPL esclusivo
  • GNL esclusivo
  • EURO 6Dtemp benzina, metano o GPL bifuel (benzian/metano e benzina /GPL)
  • EURO 6D diesel

a fronte di una contestuale rottamazione di un veicolo aziendale (M1, M2, M3, N1, N2 e N3) per il trasporto di persone o merci fino a Euro 3/III incluso, ibridi benzina (benzia/metano, benzina/gpl) fino a Euro 3/III incluso diesel fino ad Euro 5/V incluso.

Ogni impresa può presentare fino a 10 domande di contributo corrispondenti a 10 veicoli aziendali rottamati.

SCADENZA: ore 16.00 del 30 novembre

Sono previste diverse finestre di presentazione delle domande di contributo:

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-2.png

E’ possibile avvalersi di assistenza tecnica per la presentazione della domanda tramite procura.

Voucher per imprese della Camera di Commercio di Cuneo per sicurezza luoghi di lavoro e innovazione processi aziendali

La Camera di Commercio di Cuneo ha pubblicato un nuovo bando che destina un voucher per formazione e lavoro rivolto alle imprese della provincia di Cuneo che sono chiamate a fronteggiare i maggiori costi in materia di sicurezza e qualificazione delle risorse umane causati dalla pandemia da Covid-19

BENENFICIARI:

imprese con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Cuneo, attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale

SPESE AMMESSE:

  1. Aggiornamento delle competenze in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro riferibili alle indicazioni post emergenza covid 19;
  2. Costi accessori per la sicurezza (dispositivi di protezione / sistemi di sanificazione dei locali, sistemi di rilevazione della temperature, test sierologici, tamponi, igienizzanti, segnaletiche, pannelli di protezione, materiale informativo);
  3. Azioni finalizzate ad innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali, supportate da consulenza qualificata per l’inserimento di nuovi strumenti e competenze: gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro con riferimento alla redazione del protocollo di sicurezza.

Spese sostenute e fatturate nel periodo compreso tra il 01/02/2020 e il 30/11/2020.

Spese riferite esclusivamente alla sede e/o unità locali ubicate in provincia di Cuneo.

Spese inderogabilmente pagate alla data di invio della domanda di contributo.

LIMITI DI SPESA:

ammesse spese solo se superiori a € 500,00

CONTRIBUTO:

  • 50% delle spese ammissibili al netto di Iva
  • Contributo massimo di € 1.500,00 (50% di 3.000 euro di spesa ammissibile)

CUMULO CON ALTRI CONTRIBUTI:

Aiuto cumulabile, per gli stessi costi ammissibili con altri aiuti di cui al “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”e  con aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo previste da tali regolamenti.

DOTAZIONE COMPLESSIVA: € 250.000,00.

SCADENZA:

Le domande possono essere presentate a partire dal giorno 1/07/2020 fino al 30/11/2020, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Le domande vengono esaminate in ordine cronologico di presentazione dunque è importante presentare domanda il prima possibile (a spese effettuate).

E’ possibile delegare soggetti terzi per il supporto alla presentazione della domanda di contributo.

Camera di Commercio di Novara – voucher per acquisto tecnologie digitali, adeguamento alle misure covid-19 e internazionalizzazione

a Camera di Commercio di Novara ha approvato lo stanziamento di un voucher di massimo 3.000 euro per l’acquisto di tecnologie digitali, investimenti per l’internazionalizzazione e spese finalizzate all’adeguamento alle misure Covid-19 nell’ambito del BANDO RESTART 2020.

BENEFICIARI:

imprese aventi sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Novara, che dal 01 febbraio 2020 fino al 31 luglio avranno acquistato tecnologie digitali, strumenti informatici, attrezzature e consulenze per la propria riorganizzazione, in questa fase dell’emergenza Covid-19.

CONTRIBUTO: contributo a fondo perduto del 50% della spesa realizzata fino a 3.000 euro.

LIMITI DI SPESA:

La spesa minima per ogni impresa dovrà essere di almeno 1.000 euro, mentre il voucher sarà pari al 50% della spesa, con un massimo di 3.000 euro a impresa

SPESE AMMESSE:

SPESE INNOVAZIONE PID
PID 1. spese per acquisto di notebook, tablet e altri device purché finalizzati al lavoro a distanza; spese per l’acquisto di tecnologie e servizi (anche sotto forma di abbonamento) in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza; spese per acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup / ripristino dei dati, sicurezza di rete;
PID 2. spese per software per servizi alla clientela nazionale ed estera (come siti web, app, integrazioni con provider, servizi di pagamento, piattaforme di e-commerce e sistemi di delivery);
PID 3. spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (come smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne);
PID 4. spese di consulenza strettamente connesse agli investimenti precedenti;


SPESE COVID 19
COVID 5. spese di consulenza per la messa in sicurezza delle strutture aziendali, necessarie per allinearsi alle norme in tema di gestione dell’emergenza sanitaria collegata al Covid-19 ivi comprese quelle per la revisione/integrazione di DVR aziendale, valutazione del rischio biologico e l’integrazione del manuale HACCP;
COVID 6. materiale per delimitare spazi e marcare distanze di sicurezza, ivi incluso quanto necessario per la creazione o l’ampliamento dei dehors; barriere separatorie (es. schermi in vetro, pannelli in plexiglass);
COVID 7. strumenti per la misurazione della temperatura corporea (termometri, termoscanner) delle persone che entrano in contatto con la struttura (per dipendenti, fornitori o clienti) e sistemi di controllo accessi;
COVID 8. strumenti per la sanificazione degli ambienti e delle attrezzature di lavoro, costi di adeguamento degli impianti di climatizzazione e spese per intervento di sanificazione straordinaria una tantum degli ambienti e delle attrezzature di lavoro; COVID 9. materiale segnaletico e informativo


SPESE INTERNAZIONALIZZAZIONE
EXPORT 10. spese per servizi di analisi e orientamento specialistico per facilitare l’accesso
e/o il radicamento sui mercati esteri (inclusi analisi e ricerche di mercato, predisposizione
di studi di fattibilità inerenti a specifici mercati di sbocco, ricerca clienti/partner, servizi di
follow-up);
EXPORT 11. spese per il potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in
lingua straniera (comprese progettazione, predisposizione, revisione, traduzione dei
contenuti di cataloghi/ brochure/presentazioni aziendali/siti e vetrine web)
EXPORT 12. spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie
all’esportazione nei Paesi esteri o a sfruttare determinati canali commerciali (es. GDO);
EXPORT 13. spese per servizi di assistenza specialistica sul versante legale o contrattuale
legato all’estero, con specifico riferimento alle necessità legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;


SPESE FORMAZIONE TRAINING
TRAIN 14. spese per la formazione dei dipendenti o dei titolari/soci in materia di
innovazione organizzativa, sicurezza e internazionalizzazione.

SPECIFICHE:

i canoni e gli abbonamenti relativi alle voci di spese ammissibili possono essere considerati in proporzione per il periodo dal 01/02/2020 al 31/07/2020

DOTAZIONE: 1.450.000 euro

SCADENZA:

  • domande presentabili a partire dalle ore 12.00 del 25/06/2020 fino alle ore 21.00 del 31/07/2020
  • verranno esaminate in ordine cronologico di presentazione
  • il bando potrebbe subire una chiusura anticipata rispetto alla scadenza del 31/07/2020 dovuta all’esaurimento delle risorse a disposizione
  • al raggiungimento del limite di disponibilità le imprese potranno comunque procedere alla presentazione delle domande di agevolazione, che costituiranno una lista di attesa

SUPPORTO ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: è ammessa la delega ad un intermediario tramite procura speciale

Bando Invitalia impresa sicura – rimborso alle imprese per acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale

L’agenzia per lo sviluppo Invitalia ha pubblicato il bando “Impresa sicura” (intervento previsto dal decreto Cura Italia – DL 18/2020, articolo 43, comma 1) finalizzato a rimborsare le spese sostenute dalle imprese italiane per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale (DPI) finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

BENEFICIARI:

tutte le imprese, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico in cui operano che, alla data di presentazione della domanda di rimborso regolarmente costituire e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese con sede principale o secondaria sul territorio nazionale.

SPESE AMMESSE:

spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovrascarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

CONTRIBUTO:

Il rimborso è concesso fino al 100% delle spese ammissibili e fino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile

LIMITI DI SPESA:

  • Importo massimo rimborsabile: 500 euro per ciascun addetto dell’impresa – a cui sono destinati i DPI – e fino a un massimo di 150mila euro per impresa.
  • Importo minimo rimborsabile: non inferiore a 500 euro.

DOTAZIONE FINANZIARIA COMPLESSIVA: 50 milioni di euro

SCADENZA:

  • prenotazione del rimborso a partire dall’11 maggio al 18 maggio 2020 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, attraverso lo sportello informatico dedicato https://prenotazione.dpi.invitalia.it/
  • le imprese ammesse, potranno compilare la domanda di rimborso dalle ore 10.00 del 26 maggio 2020 alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica che sarà attivata sul sito web dell’Agenzia
  • l’erogazione dei rimborsi saranno avviate subito dopo la conclusione della fase di compilazione. Si procederà con i versamenti entro il mese di giugno 2020.

Camera di commercio di Torino voucher per le aziende che acquistano servizi digitali e attrezzature

La Camera di Commercio di Torino ha approvato lo stanziamento di un voucher di massimo 3.000 euro per l’acquisto di servizi digitali e attrezzature nell’ambito del BANDO SPRINT – Sostegno Progetti Ripartenza Imprese e Nuove Tecnologie

BENEFICIARI:

micro e piccole imprese di qualunque settore, iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Torino, e a soggetti che esercitano attività economiche iscritti al REA- Repertorio Economico Amministrativo, che dal 23 febbraio fino al 22 giugno avranno acquistato tecnologie digitali, strumenti informatici, attrezzature e consulenze per la propria riorganizzazione, in questa fase dell’emergenza Covid-19.

CONTRIBUTO: contributo a fondo perduto del 50% della spesa realizzata fino a 3.000 euro.

LIMITI DI SPESA:

La spesa minima per ogni impresa dovrà essere di almeno 1.500 euro, mentre il voucher sarà pari al 50% della spesa, con un massimo di 3.000 euro a impresa

SPESE AMMESSE:

  1. spese per acquisto di notebook, tablet e altri device purché finalizzati al lavoro a distanza; spese per l’acquisto di tecnologie e servizi (anche sotto forma di abbonamento) in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza; spese per acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup / ripristino dei dati Sicurezza di rete
  2. spese per software per servizi all’utenza (es. siti web, app, integrazioni con provider, servizi di pagamento, piattaforme di e-commerce e sistemi di delivery, ecc.)
  3. spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (es. smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne, ecc.)
  4. spese di consulenza e di formazione strettamente connesse agli investimenti precedenti
  5. spese di consulenza e formazione per la messa in sicurezza delle strutture aziendali, necessarie per allinearsi alle norme in tema di gestione dell’emergenza sanitaria collegata al Covid-19, comprese quelle per la revisione/integrazione di DUVRI aziendale, valutazione del rischio biologico e l’integrazione del manuale HCCP
  6. materiale per delimitare spazi e marcare distanze di sicurezza; barriere separatorie
  7. strumenti per la misurazione della temperatura corporea delle persone che entrano in contatto con la struttura e sistemi di controllo accessi
  8. materiale segnaletico e informativo.         

DOTAZIONE: 1 milione di euro

SCADENZA:

I fondi per il bando SPRINT sono esauriti . E’ stata disposta la chiusura anticipata del bando al 01/06/2020 ore 17.00.

Fino al 01/06/2020 le imprese potranno comunque procedere alla presentazione delle domande di agevolazione, che costituiranno una lista d’attesa; alle domande in lista d’attesa verrà assegnato un numero di protocollo e queste domande potranno accedere alla fase di istruttoria nell’ipotesi in cui si rendano disponibili ulteriori risorse a causa di istruttorie con esito negativo, rinunce, decadenza, ecc.

Bando Gal Escartons e Valli Valdesi 16.9.1 “Progetti di agricoltura sociale”

Il GAL Escartons e Valli Valdesi ha pubblicato il bando 16.9.1, Misura 16 – Sottomisura 9 – Operazione 1 “Progetti di agricoltura sociale”.

BENEFICIARI: Gruppi di cooperazione di nuova costituzione o che intraprendono nuove attività. Gli interventi devono essere localizzati nel territori del Comuni facenti parte del GAL.

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 450.000 euro

CONTRIBUTO: in conto capitale del 50% della spesa ammissibile

  • spesa massima ammissibile 160.000 euro
  • spesa minima ammissibile 20.000 euro

INTERVENTI AMMISSIBILI:

  • Formazione – infrastrutturazione sociale (progetti per costituzione di reti di soggetti operanti in agricoltura sociale, reti per la formazione di operatori in agricoltura sociale, reti per la definizione di percorsi didattico- ambientali, e reti per la promozione delle filiere di agricoltura sociale
  • Inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e di lavoratori svantaggiati (progetti per accoglienza e inserimento di soggetti svantaggiati l.381/91)
  • Prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali (progetti per la costituzione di centri di aggregazione sociale sul tema dell’agricoltura e della cura dell’altro, progetti per la costituzione di reti dedicate alla cura di minori)
  • Prestazioni e servizi che affiancano e supportano le terapie mediche, psicologiche e riabilitative
  • Progetti finalizzati all’educazione ambientale e alimentare, alla salvaguardia della biodiversità nonchè alla diffusione della conoscenza del territorio
  • studi sulla zona interessata, studi di fattibilità, piani aziendali o documenti equivalenti;
  • animazione della zona interessata al fine di rendere fattibile il progetto;
  • costi di esercizio della cooperazione: personale (coordinamento e segreteria), funzionalità ambientale (es. utilizzo di immobili di proprietà o locazione, riscaldamento, energia, illuminazione, acqua, ecc.) funzionalità operativa (es. posta, telefono, cancelleria, fotoriproduzioni, materiali minuti, ecc)
  • costi diretti specifici del progetto (personale tecnico, materiale di consumo, consulenze e collaborazioni esterne; acquisti di macchine e attrezzature; altri costi direttamente legati alle attività progettuali, quali ad esempio acquisizione di servizi e realizzazione di opere, lavori, ecc.)

SPESE AMMESSE:

  • Spese di personale
  • Materiale di consumo
  • Consulenze e collaborazioni esterne
  • Macchine e attrezzature (prototipi)
  • Viaggi e trasferte
  • Acquisizione di servizi e realizzazione di opere e di lavori
  • Acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali
  • Spese generali, ammesse per un forfait del 15% dei costi diretti di personale

SPESE NON AMMESSE:

  • spese per adeguamento norme obbligatorie
  • manutenzione ordinaria e straordinaria
  • investimenti per l’abitazione del richiedente o dei famigliari
  • infrastrutture per energie rinnovabili o generazione di energia elettrica
  • acquisto di attrezzature usate
  • IVA e altre imposte o tasse (per i soggetti che possono recuperarle)

CRITERI DI SELEZIONE: pag. 11-13 del bando

SCADENZA: 18/02/2020 ore 12,00

Il Ministero delle Politiche Agricole pubblica un bando per progetti innovativi contro gli sprechi e per la gestione delle eccedenze alimentari.

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha pubblicato un bando che finanzia progetti innovativi contro gli sprechi e per la gestione delle eccedenze alimentari.

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 800.000 euro (massimo 16 progetti da 50.000 euro di contributo). Dunque bando molto competitivo in cui l’idea progettuale presentata deve essere molto innovativa e ben strutturata.

BENEFICIARI:

  • enti pubblici, università, organismi di diritto pubblico e soggetti a prevalente partecipazione pubblica;
  • associazioni, fondazioni, consorzi, società, anche in forma cooperativa e imprese individuali;
  • una aggregazione, nelle forme consentite dalla vigente normativa, anche temporanea o nella forma di start up, di due o più dei soggetti individuati al punto a) e b). La costituzione dell’aggregazione deve essere già avvenuta, al momento della presentazione della domanda;
  • una rete di imprese, come definita ai sensi dell’art. 3, comma 4-ter, del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito con modificazioni dalla L. 9 aprile 2009, n. 33 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • soggetti iscritti all’Albo nazionale ed agli Albi delle Regioni e delle Province autonome dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile.

CONTRIBUTO:

  • 100% delle spese ammissibili(riconosciute in fase di rendicontazione) di cui 5% per le spese generali
  • massimo 50.000 euro di contributo
  • e’ possibile richiedere un’anticipazione non superiore al 70% dell’importo approvato

SPESE AMMESSE:

  • Spese coerenti e direttamente funzionali alla realizzazione di progetti innovativi, concretamente applicabili, che interessino una o più sottoclassi della Classificazione di Nizza (classi 29-30-31), integrati o di rete, con una quota di finanziamento a carico del proponente
  • IVA esclusa, ammissibile solo nel caso in cui non sia altrimenti recuperabile

CRITERI DI SELEZIONE E ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI PER LA GRADUATORIA:

Disponibili a pag. 15 del bando

SCADENZA: ore 14.00 del 20/12/2019, richieste di chiarimenti tecnici da inviare entro il 29/11/2019

Contributi per acquacoltura Regione Piemonte – FEAMP 2014-2020

La Regione Piemonte ha approvato il bando relativo alle Misure 2.48, 2.50, 5.68 e 5.69 nell’ambito del FEAMP:

PRIORITA’ n. 2

Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura (Art. 48, par. 1, lett. a), b), c), d), f), g), h) del Reg. (UE) n. 508/2014)

Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura (Art. 48, par. 1, lett. e), i), j) del Reg. (UE) n. 508/2014)

Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura (Art. 48, par. 1, lett. k) del Reg. (UE) n. 508/2014) (risorse finanziarie pubbliche € 438.823,54)

Misura 2.50 – Promozione del capitale umano e del collegamento in rete (Art. 50 del Reg. (UE) n. 508/2014) (risorse finanziarie pubbliche € 19.686,25)

PRIORITA’ n. 5

Misura 5.68 – Misura a favore della commercializzazione – Realizzare campagne di comunicazione e promozione regionali, nazionali o transnazionali per sensibilizzare il pubblico sui prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibili (Art. 68, par. 1, lett. g) del Reg. (UE) n. 508/2014) (risorse finanziarie pubbliche € 116.650,54)

Misura 5.69 – Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura (Art. 69 del Reg. (UE) n. 508/2014) (risorse finanziarie pubbliche € 89.883,90).

SCADENZA : 20/09/2019

LINK AL BANDO: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/interventi-nel-settore-della-pesca-e-dellacquacoltura-cofinanziati-dal-fondo-europeo

Contributi a favore delle imprese iscritte alla camera di commercio di Cuneo

– Bando per la corresponsione di contributi per CERTIFICAZIONI VOLONTARIE. Scadenza: 31/01/2020
– Bando per la corresponsione di contributi per MARCHI E BREVETTI. Scadenza: 31/01/2020
– Bando per la corresponsione di contributi per RETI D’IMPRESA E CONSORZI. Scadenza: 31/01/2020
– Bando per la corresponsione di contributi per CERTIFICAZIONI SOA. Scadenza: 31/01/2020
– Voucher digitali I4.0 – Misura A raggruppamenti di imprese. Scadenza: 10/06/2019
– Voucher alternanza scuola lavoro. Scadenza: 30/11/2019

http://www.cn.camcom.gov.it/it/bandi