Nuovo bando PSR mis. 4.1.1 Regione Piemonte

La Regione Piemonte ha pubblicato un nuovo bando PSR mis. 4.1.1. 2020 che finanzia specifici interventi (vedasi elenco spese ammesse sotto) finalizzati a mitigare l’impatto sulle aziende a seguito dell’epidemia Covid-19.

Segnaliamo che il bando ha uno stanziamento complessivo di 2.000.000 di euro e, considerando che il contributo massimo ammesso per ciascuna azienda è di 40.000 euro si può stimare che in graduatoria ci sarà posto per minimo 50 domande su tutto il Piemonte.

BENEFICIARI:

  • IAP (come definiti dal D.lgs 99/2004) che risultino “agricoltori attivi” sia persone fisiche che persone giuridiche (società di persone o capitali, società cooperative). P.iva riferita al settore agricoltura
  • produzione dell’azienda compresa dell’Allegato I del trattato UE
  • NON sono ammesse domande presentate congiuntamente da due o più aziende agricole per investimenti collettivi

CONTRIBUTO:

  • contributo in conto capitale del 40%
  • contributo massimo: 40.000 €
  • graduatorie separate per aziende in aree D e C2 e in aree A, B e C1

LIMITI DI SPESA:

  • spesa minima: 20.000 euro
  • spesa massima: 100.000 euro

INVESTIMENTI AMMESSI A CONTRIBUTO:

  • Ristrutturazioni / miglioramenti di strutture esistenti e acquisto di attrezzature e mezzi
  • ammesse domande che prevedano anche solo l’acquisto di macchine
  • investimenti riferiti ad attività di produzione agricola o alle attività connesse di trasformazione e vendita diretta (prodotto primario avviato alla trasformazione per almeno il 66% della produzione aziendale e prodotto primario avviato alla trasformazione ed output del processo di trasformazione compresi nell’Allegato I del Trattato dell’UE)

SPESE AMMESSE:

  • Attrezzatura per apicoltura
  • Attrezzature per commercializzazione prodotti
  • Attrezzature per la conservazione dei prodotti
  • Attrezzature per la trasformazione dei prodotti
  • Cella frigorifera
  • Impianto refrigerazione latte
  • Autocarro
  • Carrello elevatore
  • Furgone (anche mezzi di consegna a domicilio di prodotti non specificatamente attrezzati come frigo e/o negozio mobile)
  • Miglioramento o ristrutturazione cantina (anche vasi vinari fissi in muratura/cemento)
  • Miglioramento o ristrutturazione fabbricati per commercializzazione prodotti (spazio per logistica e vendita ingrosso e dettaglio)
  • Miglioramento o ristrutturazione di fabbricati per la vendita diretta dei prodotti (negozio, spazio vendita al dettaglio)
  • Miglioramento o ristrutturazione fabbricati per lo stoccaggio e la conservazione prodotti
  • Onorari di progettisti e consulenti
  • Programmi informatici
  • Barriques, botti e contenitori vinari

SCADENZA:

Presentazione domanda di contributo entro il 30 settembre 2020