Archivi tag: certificazioni

BANDO PSR – Regione Piemonte. Contributi certificazioni di qualità. Mis. 3.1.1.

La Regione Piemonte nell’ambito della misura 3.1.1 del PSR ha pubblicato il bando 2017 a sostegno dell’adesione a regimi di qualità.

BENEFICIARI:

Agricoltori attivi singoli o loro associazioni (nel caso di approccio collettivo)

  • soggetti che richiedono per la prima volta il sostegno nell’anno 2017
  • soggetti che hanno già ricevuto il sostegno nel 2016

INTERVENTI AMMESSI:

  • Adesione per la prima volta ad almeno un regime di qualità tra quelli sovvenzionati
  • Attività riguardanti prodotti nel territorio della Regione Piemonte

REGIMI DI QUALITA’ SOVVENZIONATI:

  • Protezione delle indicazioni geografiche (IGP) e delle denominazioni d’origine (DOP) dei prodotti agricoli e alimentari (REG UE 1151/2012)
  • Metodo di produzione biologica di prodotti agricoli e indicazioni di tale metodo sui prodotti agricoli e sulle derrate alimentari (REG CE 834/2007)
  • Organizzazione comune del mercato vitivinicolo. Vini a denominazione di origine protetta (REG UE 1308/2013)
  • Protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose ai sensi del Regolamento CE n. 110/2008
  • Protezione dei vini aromatizzati, delle bevande aromatizzate a base di vino e dei cocktail aromatizzati di prodotti vitivinicoli ai sensi del REG UE 251/2014
  • Sistema di qualità nazionale per la zootecnica SQNZ in base ai disciplinari riconosciuti dal Ministero
  • Sistema di qualità nazionale di produzione integrata (SQNPI)
  • Sistema di qualità regionale (a partire dalla sua attivazione)
  • Regimi di facoltativi di certificazione ( ISO 9001, ISO 14001 – EMAS, SA 8000, OHSAS 18001, ISO 22000, ISO 22005, FSSC22000, BRC, IFS, GLOBALGAP, VIVA, DAP, HACCP, HALAL, indicazione facoltativa “prodotto di montagna” in caso di attivazione di un sistema di certificazione).

SPESE AMMISSIBILI:

  • per i soggetti che hanno già ricevuto il sostegno nel 2016: spese relative all’anno 2017
  • per i soggetti che richiedono per la prima volta il sostegno nell’anno 2017: spese sostenute dopo la presentazione della domanda di sostegno
  • spesa per l’iscrizione al sistema di controllo
  • spesa per quota annua fissa per attività di certificazione
  • spesa per quota annua variabile per l’attività di certificazione (in proporzione al quantitativo del prodotto certificato)
  • spesa per le analisi richieste dal disciplinare di produzione e dal piano dei controlli dell’organismo di controllo
  • spesa per le verifiche ispettive aggiuntive formalmente richieste dall’organismo di controllo tranne quelle di carattere sanzionatorio
  • spesa per le verifiche del soggetto capofiliera per i sistemi SQNPI e SQNZ o eventuali altri regimi approvati
  • spesa per analisi in autocontrollo, svolte in laboratori riconosciuti, necessarie per la certificazione come previsto dai piani di controllo
  • spese propedeutiche al primo anno di adesione esclusivamente relative ai regimi facoltativi di certificazione
  • l’IVA non è ammissibile a contributo

IMPEGNI: ottenimento della certificazione entro il 30/04/2018 e comunque non oltre la data di presentazione della domanda di pagamento.

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 2.100.000 euro

CONTRIBUTO: 

  • sostegno massimo di 3.000 euro a beneficiario all’anno solare
  • sostegno del 100% delle spese sostenute per la spesa di certificazione

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PAGAMENTO: 31/05/2018

SCADENZA: 29/06/2017 ore 24

Prevista a breve la pubblicazione del bando PSR 2014-2020 – Sostegno alla NUOVA ADESIONE A REGIMI DI QUALITA’– Misura 3 – Sottomisura 3.1. – Operazione 3.1.1.

BENEFICIARI:

agricoltori e loro associazioni

REGIMI DI QUALITA’ SOVVENZIONATI:

  • prodotti agroalimentari DOP/IGP/STG ai sensi del regolamento (UE) n. 1151/2012 relativo ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari;
  • agricoltura biologica ai sensi del regolamento (CE) n. 834/2007;
  • bevande spiritose ai sensi del regolamento (CE) n. 110/2008;
  • vini aromatizzati ai sensi del regolamento (UE) n. 251/2014;
  • vini DOC/DOCG/IGT ai sensi del regolamento (UE) n.1308/2013.

L’operazione sostiene inoltre l’adesione ai regimi di qualità, ammissibili ai sensi dell’articolo 16 paragrafo 1 lettera b) del regolamento (UE) n. 1305/2013, riconosciuti dallo Stato italiano, compresi i regimi di certificazione delle aziende agricole, dei prodotti agricoli, del cotone e dei prodotti alimentari:

  • sistema di qualità nazionale per la zootecnia (SQN);
  • sistema di qualità nazionale di produzione integrata (SQNPI);
  • sistemi di qualità regionali.

L’operazione sostiene inoltre l’adesione ai regimi facoltativi di certificazione dei prodotti agricoli, ammissibili ai sensi dell’articolo 16 paragrafo 1 lettera c) del regolamento (UE) n. 1305/2013, riconosciuti dallo Stato italiano in quanto conformi agli orientamenti dell’Unione sulle migliori pratiche riguardo ai regimi facoltativi di certificazione per i prodotti agricoli e alimentari:

  • sistemi di certificazione volontari di sistema e di prodotto relativi a qualità, ambiente, responsabilità sociale ed etica, sicurezza e salute dei lavoratori, sicurezza alimentare, tracciabilità alimentare, sostenibilità (ad esempio ISO 9001, ISO 14001 – EMAS, SA 8000, OHSAS 18001, ISO 22000, ISO 22005, FSSC 22000, BRC – IFS, GLOBALGAP, VIVA, DAP);
  • indicazione facoltativa “prodotto di montagna”, in caso di attivazione di un sistema di certificazione.

CONTRIBUTO:

in conto capitale concesso a titolo di incentivo, sotto forma di pagamento annuale il cui importo è determinato in funzione dell’ammontare dei costi fissi derivanti dalla partecipazione ai regimi di qualità per un periodo massimo di cinque anni

L’aiuto concesso varia da un minimo di 40 euro fino ad un massimo concedibile di 3.000 euro all’anno solare per azienda indipendentemente dal numero di regimi di qualità ai quali l’azienda partecipa.

COSTI AMMESSI:

  • iscrizione
  • contributo annuo di partecipazione a un regime di qualità sovvenzionato