Archivi tag: PSR 2014-2020

Agroindustria – Regione Piemonte. Pubblicato nuovo bando PSR Mis. 4.2.1 – Trasformazione e commercializzazione prodotti agricoli

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte di oggi sono stati pubblicati: il bando 2019 dell’Op. 4.2.1 – Trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e le disposizioni generali.

Le domande di adesione possono essere presentate fino al 28/02/2020.

Il sostegno è rivolto alle imprese agroindustriali attive nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (allegato I del Trattato, esclusi i prodotti della pesca) ed è destinato a investimenti in macchinari, impianti, attrezzature ed opere edili.

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo in conto capitale (percentuale di aiuto pari al 40% della spesa ammissibile).

La spesa massima ammissibile per domanda di sostegno è di € 1.000.000.

La spesa minima ammissibile per domanda è di € 300.000.

La dotazione finanziaria complessiva per le graduatorie settoriali è di 12.030.495,29 euro (considerando il limite massimo e minimo di spesa si può stimare che possano essere finanziate circa da un minimo di 12 domande a un massimo di 40 domande) così suddivise:

  • carni (bovina, suina, ovicaprine, avicunicole, equine, bufaline, selvaggina) € 2.546.855,84
  • vino e aceto € 2.235.266,02
  • ortofrutta € 2.234.062,97
  • cereali, riso, proteoleaginose e foraggere € 2.232.859,92
  • latte (vaccino e bufalino, ovicaprino) e suoi derivati € 2.076.463,48
  • altri prodotti (uova, patate, miele, florovivaismo, piante officinali, olio di oliva) € 704.987,02

PSR 2014-2020 – Infografica sui risultati della misura 6 per i giovani agricoltori

In attesa del prossimo bando per insediamento giovani agricoltori, i risultati fin ora raggiunti nell’ambito della misura 6 del PSR 2014-2020 sono disponibili nell’infografica pubblicata dalla Regione Piemonte.

 

Pubblicato bando PSR 2014-2020 operazione 3.1.1 spese per certificazioni di qualità

BENEFICIARI:

agricoltori e loro associazioni

previa approvazione da parte dei servizi comunitari della modifica del testo del PSR relativo alla misura 3 presentata da Regione Piemonte sarà possibile anche la partecipazione da parte di agricoltori e associazioni di agricoltori che abbiano aderito a uno o più regimi di qualità nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda di sostegno.

REGIMI DI QUALITA’ SOVVENZIONATI:

  • prodotti agroalimentari DOP/IGP/STG ai sensi del regolamento (UE) n. 1151/2012 relativo ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari;
  • agricoltura biologica ai sensi del regolamento (CE) n. 834/2007;
  • bevande spiritose ai sensi del regolamento (CE) n. 110/2008;
  • vini aromatizzati ai sensi del regolamento (UE) n. 251/2014;
  • vini DOC/DOCG/IGT ai sensi del regolamento (UE) n.1308/2013.

L’operazione sostiene inoltre l’adesione ai regimi di qualità, ammissibili ai sensi dell’articolo 16 paragrafo 1 lettera b) del regolamento (UE) n. 1305/2013, riconosciuti dallo Stato italiano, compresi i regimi di certificazione delle aziende agricole, dei prodotti agricoli, del cotone e dei prodotti alimentari:

  • sistema di qualità nazionale per la zootecnia (SQN);
  • sistema di qualità nazionale di produzione integrata (SQNPI);
  • sistemi di qualità regionali.

L’operazione sostiene inoltre l’adesione ai regimi facoltativi di certificazione dei prodotti agricoli, ammissibili ai sensi dell’articolo 16 paragrafo 1 lettera c) del regolamento (UE) n. 1305/2013, riconosciuti dallo Stato italiano in quanto conformi agli orientamenti dell’Unione sulle migliori pratiche riguardo ai regimi facoltativi di certificazione per i prodotti agricoli e alimentari:

  • sistemi di certificazione volontari di sistema e di prodotto relativi a qualità, ambiente, responsabilità sociale ed etica, sicurezza e salute dei lavoratori, sicurezza alimentare, tracciabilità alimentare, sostenibilità (ad esempio ISO 9001, ISO 14001 – EMAS, SA 8000, OHSAS 18001, ISO 22000, ISO 22005, FSSC 22000, BRC – IFS, GLOBALGAP, VIVA, DAP);
  • indicazione facoltativa “prodotto di montagna”, in caso di attivazione di un sistema di certificazione.

CONTRIBUTO:

in conto capitale concesso a titolo di incentivo, sotto forma di pagamento annuale il cui importo è determinato in funzione dell’ammontare dei costi fissi derivanti dalla partecipazione ai regimi di qualità per un periodo massimo di cinque anni

L’aiuto concesso varia da un minimo di 40 euro fino ad un massimo concedibile di 3.000 euro all’anno solare per azienda indipendentemente dal numero di regimi di qualità ai quali l’azienda partecipa.

COSTI AMMESSI:

  • iscrizione
  • contributo annuo di partecipazione a un regime di qualità sovvenzionato

SCADENZA: 31 maggio 2018 ore 23.59.59

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 2.100.000 EURO

 

Pubblicato bando PSR mis 8.6.1 – settore forestale. Acquisto macchinari ed attrezzature.

La Regione Piemonte ha pubblicato il bando PSR operazione 8.6.1 ” Investimenti per incrementare il potenziale economico delle foreste e dei prodotti forestali”

BENEFICIARI:

Micro, piccole e medie imprese (PMI), singole o associate, che operano nel settore forestale. Esclusi enti pubblici e loro associazioni.

CONTRIBUTO:

Contributo in conto capitale sulle spese ammissibili del 40%

  • Spesa minima: 50.000 euro
  • Spesa massima ammissibile: 800.000 euro, è ammessa una spesa superiore a condizione che il beneficiario si faccia carico della quota eccedente

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’:

  • almeno una sede secondaria e sedi operative stabili sul territorio piemontese;
  • iscrizione all’albo delle imprese forestali del piemonte;
  • investimenti limitati alle lavorazioni precedenti la trasformazione industriale;
  • lavorazione di volumi di legname tondo al di sotto di 10.000 mc/anno, calcolato sulla media degli ultimi 3 anni per legname abbattuto in proprio, acquistato e lavorato per conto terzi;
  • rapporto tra spesa totale dell’investimento oggetto della domanda e media del fatturato anni 2015-2016-2017 uguale o inferiore a 7 (non vale per le imprese al primo anno di vita).

INVESTIMENTI AMMESSI A CONTRIBUTO:

Acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature idonee alla lavorazione, produzione e prima trasformazione dei prodotti legnosi

  • Macchinari e attrezzature per il taglio e/o allestimento del legname (harvester, processori, teste abbattitrici, teste per processori, trinciatrici forestali, frese forestali, cesoie forestali, pinze forestali);
  • Macchinari e attrezzature per il trasporto ed esbosco del legname (verricelli forestali, canalette, rimorchi forestali, teleferiche forestali – skidder, forwarder, trattori allestiti a uso forestale, bracci caricatori forestali, escavatori senza attrezzatura da scavo);
  • Macchinari connessi al trattamento e alla trasformazione della biomassa forestale ad uso energetico (cippatrici portate e semoventi, pellettatrici, essiccatoi alimentati solo da fonti rinnovabili e legna, impianti mobili per produzione di travi e tavole, sega legna, spacca legna, puntapali);
  • spese per onorari di progettisti max 2% per investimenti fino a 200.000 euro
  • spese bancarie e legali, spese per consulenza tecnica e finanziaria
  • spese per informazione e pubblicità come indicato da bando
  • spese preliminari per la certificazione di Gestione Forestale Sostenibile e di rilascio della certificazione.

SPESE NON AMMESSE:

  • interventi su fabbricati ed infrastrutture logistiche;
  • acquisto o acquisizione di macchine e/o attrezzature per la realizzazione del prodotto finito;
  • acquisto di macchinari e attrezzature usate;
  • acquisto e istallazione di centrali elettriche, termiche e caldaie;
  • acquisto di beni di consumo (DPI, motoseghe, attrezzi manuali, decespugliatori spalleggiati, ganci, catene, choker, carrucole, ecc.);
  • acquisto di autocarri, carrelli e rimorchi per il trasporto stradale e attrezzature dedicate all’abbattimento e allestimento di trattori dedicati all’esbosco;
  • acquisto per macchinari e attrezzature che operano esclusivamente presso la sede aziendale (carrelli, muletti, bracci caricatori e altre macchine per la movimentazione legname su piazzale, nastri trasportatori, impianti di intestatura, di depezzatura, di irrorazione, di cippatura, con eccezione di pellettattrici ed essiccatoi;
  • acquisto e installazione di apparecchiature informatiche;
  • interventi di rinnovo e sostituzione di parti funzionali o strutturali di beni esistenti;
  • interventi che usufruiscono di altre sovvenzioni per gli stessi scopi.

SCADENZA: Il termine per la presentazione della domanda è il 02/03/2018 ore 12.00

DOTAZIONE FINANZIARIA: 5 milioni di euro

Apertura bando PSR mis 6.4.1 – agriturismi e fattorie didattiche

La Regione Piemonte ha pubblicato il bando PSR mis 6.4.1“Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole”

BENEFICIARI: Agricoltori o coadiuvanti familiari dell’agricoltore che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole

CONTRIBUTO: 

  • in conto capitale del 40 %, aumentabile del 10% in zona svantaggiata (montagna) o per giovani agricoltori
  • massimo 200.000 euro nei limiti del regolamento UE n. 1407/2013

Spesa massima: 500.000 euro, 400.000 per giovani agricoltori e aziende in zona montana.

INTERVENTI AMMESSI A CONTRIBUTO:

  1. AGRITURISMO
  2. AGRICOLTURA SOCIALE (fattorie didattiche, ospitalità per salariati agricoli stagionali avventizi – per il settore frutticolo e/o viticolo)
  • Investimenti edilizi: ristrutturazione/restauro/risanamento conservativo di edifici dell’azienda agricola per massimo 100 mq
  • Impianti elettrici/idrici/termici e simili
  • Attrezzature fisse per la preparazione di pasti
  • Attrezzature specifiche per lo svolgimento dell’attività didattica
  • Spese tecniche

SCADENZA: Il termine per la presentazione della domanda è il 28/02/2018 ore 23.59

INSEDIAMENTO GIOVANI – BANDO 2017 PSR 2014-2020 REGIONE PIEMONTE MIS. 6.1.1

La Regione Piemonte nell’ambito del PSR 2014-2020 operazione 6.1.1 “Premio per l’insediamento di giovani agricoltori” ha pubblicato il bando 2017.

BENEFICIARI:

  • giovani che richiedono esclusivamente il sostegno dell’operazione 6.1.1 e che non intendono presentare domanda di sostegno nell’ambito dell’operazione 4.1.2 “Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole dei giovani agricoltori”
  • giovani che hanno presentato domanda di adesione al bando di dicembre 2015 dell’operazione 4.1.2 e al bando 2016 dell’operazione 6.1.1 nel caso in cui quest’ultima domanda non abbia ottenuto un punteggio di priorità sufficiente, mentre le risorse disponibili sul bando dicembre 2015 consentono l’ammissione al finanziamento della domanda di operazione 4.1.2

La presentazione congiunta della domanda di adesione ad entrambe le operazioni (6.1.1 e 4.1.2) sarà oggetto di uno specifico bando “programma integrato” (detto pacchetto giovani) previsto dalla DGR 16-4684 del 20/02/2017.

DOTAZIONE FINANZIARIA: € 4.000.000

INTERVENTO: premio di insediamento ai giovani agricoltori per l’avviamento di imprese tramite:

  • subentro in azienda di famiglia,
  • insediamento, in qualità di capo azienda, in azienda esistente condotta in forma societaria
  • creazione di nuova azienda

CONTRIBUTO:

  • insediamento di un solo giovane 35.000  euro (45.000 euro in montagna)
  • insediamento di due giovani 30.000 euro ciascuno (37.000 euro ciascuno in montagna)
  • insediamento da 3 a 5 giovani 25.000 euro ciascuno ( 30.000 euro ciascuno in montagna)

SCADENZA: il 31/5/2017