BONIFICA AMIANTO Credito di imposta su beni e strutture produttive

Il Ministero dell’Ambiente ha istituito il credito di imposta per interventi di bonifica dell’amianto su beni e strutture produttive di cui all’art. 56  della  L. 221/2015 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali (G.U. n. 13 del 18.01.2016)

BENEFICIARI:

Soggetti titolari di reddito d’impresa che effettuano nell’anno 2016 interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive ubicate nel territorio italiano

CONTRIBUTO:

credito d’imposta nella misura del 50% delle spese sostenute

LIMITE DI SPESA:

previsto per investimenti di importo superiore a 20.000 euro

MODALITA’ DI EROGAZIONE: 

  •  ripartito e utilizzato in tre quote annuali di pari importo e indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta di riconoscimento del credito e nelle dichiarazioni dei redditi relative ai periodi di imposta successivi nei quali il credito è utilizzato;
  • non concorre alla formazione del reddito ne’ della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive.

La prima quota annuale è utilizzabile a decorrere dal 1° gennaio del periodo di imposta successivo a quello in cui sono stati effettuati gli interventi di bonifica.

DOTAZIONE COMPLESSIVA:

limite di spesa complessivo di 5,667 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017, 2018 e 2019 nel periodo di imposta successivo a quello in corso al 02.02.2016 (entrata in vigore della 221/2015)

SCADENZA:

in attesa di emanazione di decreto dei ministeri ambiente ed economia con modalità e termini per la concessione del credito (entro 90 giorni dalla pubblicazione della Legge 221/2015)