Nuovo bando 2021 psr op. 6.4.1 sviluppo attivita’ extra agricole

La Regione Piemonte ha pubblicato il nuovo bando PSR Op. 6.4.1 – creazione e sviluppo di attività extra agricole.

BENEFICIARI:

Agricoltori o coadiuvanti familiari dell’agricoltore che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole.

CONTRIBUTO:

  • Contributo in conto capitale del 40% aumentabile del 10% in zona svantaggiata (montagna) o per giovani agricoltori;
  • Contributo massimo 200.000 € nei limiti del reg. UE 1407/2013 – aiuti “de minimis”;
  • Spesa massima: 150.000 €;
  • Spesa minima: 25.000 € (15.000 € per aree montane).

Gli interventi non possono beneficiare di altre agevolazioni pena la revoca del sostegno.

INVESTIMENTI AMMESSI:

AGRITURISMO:
Investimenti edilizi: ristrutturazione/restauro/risanamento conservativo di edifici dell’azienda agricola per massimo 100 mq, compreso un ampliamento max del 10% in superficie per servizi igienici, accessi privi di barriere architettoniche, centrali termiche, scale e simili.
Impianti elettrici/idrici/termici e simili per max 40% della spesa totale richiesta in domanda per gli interventi edilizi.
Attrezzature fisse per la preparazione di pasti per max 30% dellaspesa totale richiesta in domanda per gli interventi edilizi.
FATTORIE DIDATTICHE:
Investimenti edilizi: ristrutturazione/restauro/risanamento conservativo di edifici dell’azienda agricola per massimo 100 mq, compreso un ampliamento max del 10% in superficie per servizi igienici, accessi privi di barriere architettoniche, centrali termiche, scale e simili.
Attrezzature specifiche per lo svolgimento dell’attività didattica (attrezzature dimostrative e/o di laboratorio, attrezzature informatiche e relativo software).
TRASFORMAZIONE DI PRODOTTI AGRICOLI IN PRODOTTI FINALI NON ALLEGATO I del TFUE (il prodotto trasformato deve essere primario da Allegato I TFUE e prodotto per almeno il 66% dalla azienda agricola richiedente, il prodotto finale può essere un qualsiasi prodotto alimentare. L’intera fase della produzione deve essere svolta all’interno dell’azienda).
Investimenti edilizi: ristrutturazione/restauro/risanamento conservativo di edifici dell’azienda agricola compreso un ampliamento max del 10% in superficie per servizi igienici, accessi privi di barriere architettoniche, centrali termiche, scale e simili.
Impianti elettrici/idrici/termici e simili per max 40% della spesa totale richiesta in domanda per gli interventi edilizi.
Attrezzature specifiche per lo svolgimento dell’attività di trasformazione (fermentatori, pastorizzatori, maltatori, centrifughe, estrusori, miscelatori).
ATTIVITA’ DI DIVERSIFICAZIONE DI AMBITO SOCIALE
a- inserimento socio lavorativo di lavoratori con disabilità e di lavoratori svantaggiati, nonché di minori in età lavorativa,
b- prestazioni ed attività sociali e di servizio a supporto delle comunità locali, attraverso l’uso di risorse riconducibili all’impresa agricola (es. servizi per infanzia, agriasilo),
c- servizi che affiancano e supportano terapie mediche e riabilitative attraverso l’ausilio di animali allevati e la coltivazione delle piante (es. pet therapy).

Investimenti edilizi: ristrutturazione/restauro/risanamento conservativo di edifici dell’azienda agricola per massimo 100 mq, compreso un ampliamento max del 10% in superficie per servizi igienici, accessi privi di barriere architettoniche, centrali termiche, scale e simili.
Attrezzature specifiche per lo svolgimento delle attività di diversificazione di ambito sociale.
In tutti i casi ammessi investimenti immateriali: spese generali e tecniche (progettazione, consulenze, studi di fattibilità, acquisto brevetti e licenze) per un massimo del 12% del totale delle spese.

SCADENZA:

  • il termine per la presentazione della domanda è il 31/03/2022 ore 23.59,
  • 12 mesi + 3 di proroga per il completamento degli interventi dopo aver ottenuto l’ammissione (15 mesi + di proroga in zone montane).

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 4.942.403 €

32 domande da 150.000 € che è la spesa massima ammissibile.