Archivi tag: Normativa

FATTORIE DIDATTICHE – REGIONE PIEMONTE – APPROVATA MODULISTICA PER RICONOSCIMENTO

La Regione Piemonte ha approvato la  modulistica per la richiesta di riconoscimento delle Fattorie Didattiche ed all’effettuazione delle istruttorie di controllo dei requisiti per l’accreditamento e di mantenimento dei requisiti necessari per l’iscrizione nell’elenco regionale delle Fattorie Didattiche tra cui il  “Modulo richiesta accreditamento e scheda descrittiva” – Allegato 1″.

Inoltre è stato aggiornato a dicembre 2016 l’Elenco  Regionale delle Fattorie Didattiche del Piemonte.

IAP – Regione Piemonte – Nuova “Guida all’accertamento dei requisiti delle figure professionali in agricoltura”,

La Regione Piemonte ha approvato la nuova guida all’accertamento dei requisiti delle figure professionali in agricoltura a seguito delle innovazioni nazionali ed europee connesse ai D.lgs. nn. 99/04 e 101/05.”

 

AGRITURISMO – Regione Piemonte modifiche al regolamento vigente sull’agriturismo

A seguito della  legge regionale n. 2/2015 (Nuove disposizioni in materia di agriturismo) la Giunta Regionale del 13/02/2017 ha approvato alcune modifiche al regolamento vigente sull’agriturismo relative alle strutture che vogliono acquisire la definizione di “posto tappa” e di “ospitalità rurale familiare”.

Il provvedimento definisce le caratteristiche e i requisiti necessari per la classificazione delle strutture, e due loghi distintivi per la loro identificazione.

La delibera contiene inoltre un aggiornamento sulle attività e i trattamenti bio-naturali che possono essere offerti nelle strutture agrituristiche: nello specifico, viene previsto per gli imprenditori agricoli la possibilità di avvalersi delle prestazioni dei liberi professionisti del settore, ad esclusione delle attività mediche e di estetista.

Le richieste da parte degli imprenditori potranno pervenire da parte dei titolari di attività agrituristiche o di aziende agricole ai Comuni competenti dopo la pubblicazione della delibera sul B.U.R., Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.

ASSOCIAZIONISMO FONDIARIO – Nuova legge regionale

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato le”Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali” approvate  il 26 ottobre in sede legislativa dalla III Commissione del Consiglio regionale del Piemonte.

L’obiettivo è quello di combattere lo spopolamento di colline e montagne piemontesi, ricomponendo il puzzle delle proprietà terriere frammentate e dei campi abbandonati, attraverso la costituzione di libere associazioni fondiarie. Senza interferire con il diritto di proprietà, che non viene meno, si intende rilanciare l’attività agro-forestale e pastorale e incentivare turismo e produzioni locali.

FUTURI CONTRIBUTI:

  • Alle associazioni fondiarie sono riconosciuti contributi fino all’ 80% per la copertura delle spese sostenute per la costituzione dell’associazione.
  • Ai proprietari di terreni privati che aderiscano ad una associazione fondiaria viene concesso un contributo una tantum nella misura massima di 500 euro per ogni ettaro conferito di superficie utilizzabile, a condizione che il conferimento abbia una durata non inferiore ai 15 anni.

DOTAZIONE COMPLESSIVA:

Nel bilancio regionale sono stanziati 300.000 euro per gli anni 2016, 2017 e 2018.

Le realtà piemontesi. In Piemonte sono già nate diverse associazioni fondiare fra cui: Carnino, piccola frazione montana del Comune di Briga Alta (Cn) – la prima in Regione, attiva dal 2012 – Ostana (Cn); Lauriano (To) e Montemale (Cn). Altre realtà sparse nel territorio regionale sono in corso di costituzione.

AGRICOLTURA DI PRECISIONE – CONSULTAZIONE PUBBLICA DEL MINISTERO PER IL PIANO NAZIONALE

Il Ministero delle Politiche Agricole ha lanciato una consultazione pubblica in vista del Piano di azione per lo sviluppo dell’Agricoltura di precisione (AdP) previsto per ottobre 2016.
Il piano definirà investimenti prioritati e strumenti finanziari (regionali e nazionali).
La consultazione pubblica è aperta fino al 21 settembre 2016 ed è possibile inviare contributi all’indirizzo: email innovazione@politicheagricole.it

ADOTTATO IL PIANO FORESTALE REGIONALE

Durante la giunta regionale di ieri è stato adottato il Piano forestale regionale 2017-2027. Nei prossimi giorni il settore Foreste provvederà a predisporre l’avviso pubblico sul sito web e sul Bollettino Ufficiale della Regione ed a consultare i soggetti con competenza in materia ambientale sui contenuti del documento. A conclusione della consultazione, sulla base dei pareri del Consiglio e della Giunta regionale si procederà alla definitiva approvazione.

 

OPERATORI FORESTALI – Approvate le linee guida per il riconoscimento di competenze professionali

Sul Bollettino Ufficiale di oggi la Regione Piemonte ha pubblicato le linee guida per il riconoscimento di competenze professionali degli operatori forestali nella disciplina dell’abbattimento ed allestimento contenenti:

  • Modello A – Adesione;
  • Modello B – Dossier candidato;
  • Modello C – Scheda valutazione delle evidenze;
  • Modello D – Prova scritta (test);
  • Modello E – Valutazione prova pratica;
  • Modello F – Verbale di validazione delle competenze.

 

APPROVATO COLLEGATO AGRICOLTURA ALLA MANOVRA DI FINANZA PUBBLICA

Approvato il COLLEGATO AGRICOLTURA alla manovra di finanza pubblica “Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo, agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura”.

Tra i principali contenuti:

  • Semplificazioni in materia di controlli
  • Disposizioni penali per garantire la sicurezza agroalimentare
  • Disposizioni in materia di servitù
  • Riduzione dei termini per i procedimenti amministrativi
  • Delega al Governo per il riordino e la semplificazione della normativa in materia di agricoltura e pesca
  • Società di affiancamento per le terre agricole
  • Disposizioni per il sostegno dell’agricoltura e dell’acquacoltura biologiche
  • Disposizioni in materia di attività che non costituiscono subappalto
  • Istituzione della banca delle terre agricole
  • Modernizzazione della logistica
  • Assunzione congiunta dei lavoratori
  • Disposizioni per agevolare la partecipazione ai programmi di aiuto europei
  • Interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura
  • Delega al governo per il riordino degli strumenti di gestione del rischio in agricoltura e per la regolazione dei mercati
  • Disposizioni per il sostegno della pesca sociale e lo sviluppo dei prodotti provenienti da filiera corta agricola e ittica
  • Disposizioni in materia di prodotti derivanti dalla trasformazione del pomodoro
  • Disposizioni in materia di sostegno al settore del riso
  • Disposizioni in materia di pesca e acquacoltura
  • Disposizioni in materia di lavoro agricolo