Archivi categoria: Uncategorized

Attesa a breve l’apertura del bando PSR op. 6.4.1 per agriturismi e fattorie didattiche

E’ attesa a breve l’apertura del bando PSR op. 641 che finanzia con un contributo del 40% a fondo perduto investimenti per la diversificazione dell’attività agricola: agriturismo, fattoria didattica, ecc.

In attesa della pubblicazione del nuovo bando 2021, qui è possibile visionare la scheda di sintesi del vecchio bando del 2017:

Aperto il bando PSR op. 411 per investimenti nelle aziende agricole

La Regione Piemonte ha pubblicato il nuovo bando PSR 2021 operazione 411 che finanzia a fondo perduto investimenti di miglioramento delle aziende agricole (nuove costruzioni e ristrutturazioni di fabbricati aziendali, acquisto macchinari e attrezzature).

28.000.000 € sono le risorse complessive a disposizione per le aziende piemontesi.

Si tratta di un contributo a fondo perduto:

·         investimenti effettuati da aziende agricole –> 40% di contributo fino a contributo massimo di 130.000 €.

·         Investimenti collettivi (Cooperative, Società di persone o capitali) –> 40% di contributo fino a 520.000 € di contributo (massimo 4 aziende associate).

La scadenza per la presentazione della domanda è il 31/01/2022.

Qui sono disponibili:

  • una scheda di riassunto del bando e dei criteri di selezione
  • l’elenco dettagliato degli investimenti ammissibili

Nuovo Bando PSR Regione Piemonte Pacchetto Giovani 2021 Op. 4.12 e 6.1

Nuova opportunità per i giovani piemontesi, con età al di sotto dei 41 anni compiuti, che si insediano in una azienda agricola per la prima volta o si sono insediati nei 24 mesi antecedenti la presentazione della domanda di contributo: la Regione Piemonte ha pubblicato il nuovo bando PSR che riguarda congiuntamente le Operazioni

  • 4.1.2 – Sostegno a investimenti nelle aziende agricole condotte da giovani
  • 6.1.1 – Insediamento giovani

Un riassunto del bando e dei criteri utilizzati per la formulazione della graduatoria è disponibile qui:

Reti antigrandine – Pubblicato nuovo bando Op. 5.1.2 anno 2021

La Regione Piemonte ha pubblicato il nuovo bando 2021 che finanzia la realizzazione di impianti di protezione con reti antigrandine nell’ambito dell’Operazione 5.1.2 del PSR 2014-2020.

BENEFICIARI:

  • agricoltori, singoli o associati, in attività (REG. UE n. 1397/2013)
  • persone fisiche e persone giuridiche

LOCALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI: tutta la Regione Piemonte

INTERVENTI AMMESSI:

  • impianto di protezione con reti antigrandine (realizzato per la difesa attiva di uno specifico prodotto agricolo)
 Settore corilicoloAltri settori ortofrutticoli
Soggetti NON aderenti ad OP/AOPTutte le tipologie di interventoTutte le tipologie di intervento con esclusione degli impianti arborei
Soggetti aderenti ad OP/AOPInvestimenti superiori ai 5.000 euro indipendentemente dalla tipologiaInvestimenti pluriennali specifici per il settore frutta e ortaggi (impiantistica: irrigazione, serre, reti antigrandine, altri) superiori a 5.000 euro (con riferimento alla singola azienda) con esclusione degli impianti arborei

SPESE AMMISSIBILI:

  • acquisti materiali e attrezzature, anche in leasing fino a copertura del valore di mercato del bene
  • spese per l’installazione delle reti antigrandine
  • spese generali e tecniche, spese di progettazione, di predisposizione delle domande di sostegno, consulenze, studi di fattibilità nella misura massima del 12% delle spese ammissibili

ELEMENTI PREMIALI PER LA GRUADUATORIA:

giovani agricoltori singoli o associati che si insediamo per la prima volta usufruendo della mis 6.1

grado del rischio ed entità del potenziale agricolo a rischio in base all’incidenza del costo dell’assicurazione e al valore assicurabile calcolato su parametri contributivi per comune e coltura stabiliti dal PGRA (Piano di gestione rischi in agricoltura) approvato dal MIPAFF

protezione nuovi impianti o giovani impianti fino a 3 anni

in caso di parità di punteggio prevista priorità agli impianti che hanno le superfici minori

CONTRIBUTO:

50% del costo dell’investimento ammissibile per ciascun impianto di protezione

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 3.000.000 di €

SCADENZA : 2 novembre 2021

Riparti Piemonte – agevolazione per ripresa settore edilizio. Contributo sui costi di costruzione dovuti al Comune

La Regione Piemonte ha pubblicato un bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione all’art. 18 della LR n. 13 del 29 maggio 2020.

BENEFICIARI:

istanze edilizie (Cila, Scia, Scia alternativa al PdC, PdC), presentate ai Comuni da privati o imprese nel periodo tra il 29 maggio 2020 e il 30 novembre 2020 compresi.

Può essere ammessa una sola domanda per titolare di istanza edilizia.

PROCEDURA PER LA RICHIESTA:

  • la domanda va presentata tramite il MUDE il prima possibile in quanto il bando è a sportello e le istanze vengono ammesse in ordine cronologico
  • il privato o l’impresa al momento del deposito dell’istanza edilizia al Comune o, comunque, prima della presentazione della domanda di contributo, deve obbligatoriamente informare il Comune di volersi avvalere del’agevolazione
  • il Comune sede dell’intervento a conclusione del’istruttoria/procedimento con esito positivo della Scia, Scia alternativa al PdC e del PdC, o ad avvenuto ricevimento della Cila, esclusivamente tramite la piattaforma informatica con apposito codice operatore richiama l’istanza, inserisce il costo di costruzione, valida i dati relativi al tipo di intervento e al titolare dell’istanza edilizia
  • ad esito conclusivo positivo dell’istruttoria, la Regione Piemonte erogherà al Comune l’importo del contributo del costo di costruzione dovuto in un’unica soluzione

DOTAZIONE COMPLESSIVA: 26.000.000 euro

SCADENZA:

Le pratiche verranno gestite tramite una piattaforma informatica accedendo al sito MUDE. Le richieste dovranno essere presentate entro le ore 24 del 30 novembre 2020.

PSR Op. 3.2.1 nuovo bando – attività di informazione e promozione dei prodotti agroalimentari in UE

La Regione Piemonte ha pubblicato il bando n. 2/2020 B della misura 3.2.1 del PSR 2014–2020 a sostegno delle attività di informazione e promozione dei prodotti agroalimentari di qualità svolte sui mercati europei

SCADENZA:

  • Data Scadenza: 14 maggio 2020 per la domanda di preiscrizione. SENZA LA PREISCRIZIONE NON SARA’ POI POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA DI SOSTEGNO
  • Data Scadenza: 30 giugno 2020 per la domanda di sostegno

BENEFICIARI:

Associazioni di produttori di qualità (ATI, ATS, consorzi di tutela delle Dop, Igp, Doc e Docg) che svolgono interventi e progetti di promozione sul mercato europeo a cui aderiscono produttori che partecipano ai regimi di qualità oggetto dei bandi aperti sull’operazione 3.1.1.

Sono soggetti beneficiari:

  • le organizzazioni di produttori e loro associazioni, riconosciute;
  • le organizzazioni interprofessionali riconosciute;
  • i gruppi definiti allʼart. 3, comma 2, del Reg. UE 1151/2012, compresi i consorzi di tutela delle Dop, Igp e Stg riconosciuti ai sensi della normativa nazionale art. 53 della legge 128/1998 come sostituito dallʼart. 14 della legge 526/1999;
  • i gruppi di produttori indicati allʼart. 95 del Reg. UE n. 1308/2013, compresi i consorzi di tutela vitivinicoli riconosciuti ai sensi della normativa nazionale art. 41 della legge n.238/2016;
  • le associazioni di produttori biologici e loro raggruppamenti;
  • le associazioni di produttori agricoli costituite ai sensi della normativa nazionale;
  • le cooperative agricole e loro consorzi;
  • le associazioni di produttori o i consorzi di produttori, anche in ATI o ATS tra gli stessi costituite con atto ad evidenza pubblica.

INTERVENTI AMMISSIBILI: attività di informazione e promozione sul mercato interno UE che riguardano la valorizzazione e promozione dei regimi di qualità e delle produzioni di qualità oggetto dell’operazione 3.1.1. PSR 2014-2020

  • manifestazioni fieristiche di carattere internazionale, nazionale, regionale o locale, ritenute, anche per il numero di visitatori, oggettivamente interessanti (sono escluse le manifestazioni fieristiche oggetto del Bando A “Azioni di informazione epromozione da svolgere nellʼambito di fiere e manifestazioni a carattere internazionale estrategiche” approvato con la DD n. 1239 del 30/12/2019, a meno che il soggetto proponente pur valutato idoneo non sia stato finanziato sul bando A per mancanza di risorse oppure perattività collaterali)
  • tutte le attività di informazione e promozione dei prodotti di qualità da svolgersi sul territorio UE, compresi educational tour o azioni di incoming
  • realizzazione di seminari tecnici, degustazioni guidate, incontri B2B, realizzazione diconvegni e workshop nonché la predisposizione di materiale promo-pubblicitario, informativo, divulgativo e di iniziative promo-pubblicitarie con i mezzi di informazione e azioni di educazione alimentare;
  • azioni promozionali rivolte al circuito HORECA o presso punti vendita, nonché la predisposizione di materiale promo-pubblicitario, informativo, divulgativo e di iniziative promo-pubblicitarie con i mezzi di informazione
  • iniziative di accoglienza e promozione relative alle produzioni di qualità correlate ai temi del paesaggio agrario e in particolare dei paesaggi riconosciuti dall’UNESCO e altre iniziative collaterali da svolgere presso e in collaborazione con soggetti come le Enoteche regionali riconosciute e le strade del vino e del cibo riconosciute

SPESE AMMISSIBILI:

  • a) spese dirette (pubblicazioni, prodotti multimediali, siti web, incontri, seminari, degustazioni, spazi pubblicitari, spazi redazionali, servizi radiotelevisivi, cartellonistica, gadget e oggettistica, affissioni, convegni, seminari, partecipazione e fiere e mostre
  • b) spese generali (5% della spesa ammissibile per le singole azioni)
  • c) remunerazione prodotto 10% del totale di a) + b)
  • d) coordinamento e organizzazione progetto (5% di a) + b)+c))

REGIMI DI QUALITA’ AMMISSIBILI:

A) ai sensi dell’articolo 16 paragrafo 1 lettera a) del regolamento (UE)n. 1305/2013:

  • protezione delle indicazioni geografiche IGP e delle denominazioni dʼorigine DOP deiprodotti agricoli e alimentari (Regolamento UE 1151/2012)
  • metodo di produzione biologica di prodotti agricoli e indicazioni di tale metodo sui prodottiagricoli e sulle derrate alimentari (Regolamento CE n. 834/2007 abrogato dal RegolamentoUE n. 2018/848 del 30 maggio 2018 che si applica dal 1 gennaio 2021)
  • organizzazione Comune del Mercato Vitivinicolo. Vini a denominazione di origine protetta(Regolamento UE n. 1308/2013)
  • protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose ai sensi del Regolamento CEn. 110/2008
  • protezione dei vini aromatizzati, delle bevande aromatizzate a base di vino e dei cocktailaromatizzati di prodotti vitivinicoli ai sensi del Regolamento (UE) n. 251/2014

B) regimi di qualità ammissibili ai sensi dell’articolo 16 paragrafo 1 lettera b) del regolamento (UE)n. 1305/2013, riconosciuti dallo Stato italiano, compresi i regimi di certificazione delle aziende agricole, dei prodotti agricoli, del cotone e dei prodotti alimentari

  • sistema di qualità nazionale per la zootecnia (SQNZ) in base ai disciplinari riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
  • sistema di qualità nazionale di produzione integrata (SQNPI)
  • sistema di qualità regionale (a partire dalla sua attivazione)

TEMPO DI REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI: a partire dalla data di apertura del bando e da concludere entro il 31/12/2021

CONTRIBUTO: finanziamento fino al 70% della domanda ammessa a contributo

  • 70% per spese di informazione
  • 50% per spese pubblicitarie

LIMITI DI SPESA:

importi di contributo massimi e minimi per beneficiario:

DOTAZIONE FINANZIARIA COMPLESSIVA: 4,2 milioni di euro e un finanziamento fino al 70% della domanda ammessa a contributo. 

SPESE AMMISSIBILI CON VINCOLI:

  • progetti che promuovono esclusivamente regimi facoltativi di certificazione dei prodotti agricoli riconosciuti dallʼOperazione 3.1.1., la promozione di tali regimi deve essere secondaria rispetto alla promozione dei regimi di qualità ammessi e deve riguardare una quota di importo limitata del progetto (max 10%)
  • lʼindicazione facoltativa “prodotto di montagna” è ammissibile solo in caso di attivazione di un sistema di certificazione garantito da un organismo terzo

SPESE NON AMMISSIBILI:

  • azioni di informazione e di promozione riguardanti marchi commerciali, né in merito ai prodotti fuori Allegato 1 del Trattato CE – per azioni di informazione e di promozione mirate a un’impresa specifica o a una particolare marca commerciale

PRODUZIONI INDIVIDUATE COME STRATEGICHE PER IL 2020:

  • le Denominazioni di Origine derivanti dal Vitigno Cortese
  • la carne piemontese di qualità: IGP vitelloni cortesi della coscia e SQNZ vitellone e/o scottona ai cereali e fassone di razza piemontese
  • le Denominazioni di origine riguardanti i formaggi espressione di territori limitati: Ossolano dop, Castelmagno dop, Murazzano dop e Robiola di Roccaverano dop

CRITERI DI ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO PER ENTRARE IN GRADUATORIA: da pag. 16 a 22 del bando.

Agevolazioni nazionali per aziende agricole – credito d’imposta per beni strumentali e nuova sabatini

Si tratta di due agevolazioni cumulabili rivolte alle aziende agricole.

Il credito d’imposta per beni strumentali acquistati dalle aziende agricole è la novità introdotta nella Legge di bilancio 2020. Il credito è recuperabile in compensazione dei debiti con l’Erario (tra le possibilità di compensazione ci sono i contributi previdenziali e assistenziali dei dipendenti e dei titolari delle aziende).

ESEMPI DI CUMULABILITA’:

SCADENZA: fine anno 2020

Questionario STA Engineering su fabbisogno di consulenza nelle aziende agricole 2020-2022

STA Engineering sta impostando un progetto di consulenza nell’ambito del bando PSR mis 2.1.1 promosso dalla Regione Piemonte.

Per impostare correttamente il progetto vi sottoponiamo il seguente questionario per rilevare il fabbisogno di consulenza delle aziende agricole nell’arco dei prossimi 3 anni.

Le aziende, che in questa fase intendono collaborare, possono scaricare il questionario, compilarlo ed inviarcelo via email al seguente indirizzo: info@staengineering.it

Credito d’imposta per aziende agricole per acquisto di beni strumentali

La legge di bilancio ha sostituito super e iper ammortamento con un credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi nel periodo che va dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2020.

Le aziende che operano nel settore della produzione primaria possono beneficiare del credito d’imposta utilizzandolo in compensazione dei debiti con l’Erario in 5 rate annuali.

Ciascuna azienda potrà valutare con il proprio commercialista la propria situazione. E’ ammessa la compensazione con:

  • imposta sostitutiva del 5-15%;
  • debiti IVA e le imposte dirette;
  • versamenti IRPEF sul 50% dei redditi fondiari;
  • contributi previdenziali e assistenziali dei lavoratori dipendenti e propri (per imprese individuali).